Sedie da scrivania

Articoli da 1 a 36 di 54 totali

Imposta ordine discendente
per pagina

Griglia  Lista 

Pagina:
  1. 1
  2. 2

Articoli da 1 a 36 di 54 totali

Imposta ordine discendente
per pagina

Griglia  Lista 

Pagina:
  1. 1
  2. 2

Le sedie da scrivania o per il luogo di lavoro, che sia per l'ufficio o per lo studio di casa o di un qualunque ambiente, della nostra abitazione, adibito in tal senso rappresenta il mix perfetto tra design, gusto e comodità. La scelta delle sedute giuste deve, infatti, coniugare da un lato l'aspetto decorativo, estetico che va, comunque, ricercato anche in un elemento diffuso e comune come la sedia da scrivania, con lo stile abitativo in cui essa va collocata e, non in ultimo, con l'ergonomia. Questo permetterà, infatti, di scegliere la soluzione più salutare e, al tempo stesso, più elegante.

Quale sedia da scrivania scegliere?

Per rendere, pertanto, l'ambiente studio il più elegante e funzionale possibile, sarà utile avere delle sedute che ben si adattino alla propria scrivania e al proprio ambiente di lavoro. Una giusta sedia da ufficio è, quindi, elemento indispensabile per un sano benessere fisico e psicologico dato che, soprattutto negli ultimi anni, il numero delle ore trascorse al computer è aumentato esponenzialmente: una sedia da scrivania, comoda e bella, renderà piacevoli e produttive le ore trascorse tra i documenti e le carte del nostro lavoro. Inoltre, proprio a causa del fatto che si passa molto tempo seduti, l'ergonomia, come detto in precedenza, diventa elemento imprescindibile nell'acquisto di una giusta sedia da ufficio. Questo permetterà di regolare la seduta in base alle più diversificate esigenze specifiche, modificando, ad esempio, l'angolazione dello schienale o l'altezza del piano di seduta stesso. E' importante, anche, che queste presentino delle rotelle, in modo da accompagnarci nel movimento di spostamento per allontanarsi o avvicinarsi, facilmente, dalla scrivania. La flessibilità, senza doversi necessariamente alzare, per recuperare, ad esempio, un oggetto, inciderà, di gran lunga, sul comfort generale dato dalla sedia da scrivania.

Sedie da scrivania: i materiali

Queste caratteristiche ben si coniugano, inoltre, al design, sempre più spesso ricercato: i materiali più utilizzati per questi complementi d'arredo, divenuti ormai dei veri e propri segni identificativi dello stile che vogliamo dare al nostro studio, sono per lo più la pelle abbinata, per la struttura, a materiali rigidi com il metallo e la plastica, per lo più laccata. Ma negli ultimi anni hanno preso piede, sempre più, materiali quali il vetro, il plexiglas o i policarbonati che consentono di attribuire, al proprio home office, delle varianti moderne e minimaliste. Sedie trasparenti o dai materiali traslucidi sono diventate un vero must nel catturare l'attenzione, nel dare innovazione agli ambienti in cui vengono collocati, specialmente se abbinati a scrivanie dal tocco classico, in legno. Creando il giusto contrasto, verrà così bilanciato e reso armonico l'aspetto generale dell'ambiente studio.

Come usare una sedia da scrivania in modo corretto

Come fare a riconoscere, dunque, se la nostra sedia da scrivania o da ufficio sia regolata o costruita in modo corretto? Esistono delle semplici regole che riguardano le tre parti principali di una sedia da scrivania: innanzitutto bisogna assicurarsi che l'altezza della sedia consenta di appoggiare, completamente, i piedi fino a terra, formando un angolo retto con gli arti inferiori. Se la scrivania, infatti, è troppo alta, si dovrà optare o per un poggiapiedi o la sedia dovrà essere dotata di apposita leva per poter soprelevare la seduta. Il secondo elemento, a cui si deve prestare attenzione, è lo schienale: questo deve arrivare, almeno, all'altezza delle scapole, in modo da avere (e sentire) una resistenza sufficiente nella zona lombare della schiena. Lo schienale, inoltre, deve permettere di sedersi in maniera quanto più dritta possibile. Infine i braccioli che devono fornire un supporto morbido e leggero ai gomiti, senza sollevare le spalle e consentendo un rilassamento degli arti e della zona dorsale della schiena stessa, in fase di scarico. Braccio e avambraccio, inoltre, devono formare un angolo retto quando quest'ultimo è rilassato e poggiato sul bracciolo.


Il tutto senza dimenticare, ovviamente, il lato economico. La vasta gamma di scelta e la grande quantità di aziende, leader del mercato, attente a queste caratteristiche, hanno fatto si che le sedie da ufficio risultassero sì comode ma al tempo stesso accessibili a tutti, favorendone così la diffusione.
Da tutto ciò si evince come scegliere una sedia da scrivania o da ufficio non sia un'operazione così semplice come si potrebbe pensare. Unire, infatti, funzionalità, ergonomia e design non è un'operazione semplice ma le aziende produttrici, specialmente del made in italy, hanno accolto di buon grado la sfida, progettando e realizzando questi elementi d'arredo nella materia più innovativa possibile, senza dimenticare l'uso per cui vengono prodotte: la comodità di chi lavora.

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza e i nostri servizi. Continuando a navigare acconsenti al loro utilizzo. Maggiori informazioni.
x