Tavolini da bar

22 Prodotti/o

Imposta ordine discendente
per pagina

Griglia  Lista 

22 Prodotti/o

Imposta ordine discendente
per pagina

Griglia  Lista 

Chi si appresta ad arredare il proprio bar e cerca qualche idea su quale prodotto scegliere ha veramente l'imbarazzo della scelta. Il tavolino da bar, infatti, è un prodotto vecchio come il mondo, ma costantemente aggiornato dall'impulso di un design che si diverte a sperimentare forme sempre nuove con materiali ogni volta diversi.

Dai tavolini tradizionali: metallo e plastica in forme geometriche

In generale, si può intendere come tavolini da bar tradizionali quelli di forma quadrata o rotonda, caratterizzati da un supporto centrale metallico a due o quattro piedi. Il piano d'appoggio può essere, come la gamba, in materiale metallico oppure rivestito con legno, vimini o altri elementi che variano a seconda dello stile che si vuole imprimere al luogo. In alternativa, per tavolini da bar si intendono quelli sempre quadrati, ma realizzati esclusivamente in plastica. Economicamente più convenienti, rispetto alle strutture metalliche presentano una durevolezza inferiore.

Tavolini da bar...a tutte le altezze

Oggi, invece, quando si pensa ai tavolini da bar vengono in mente numerose altre tipologie di piani d'appoggio, che vanno da quelli con altezze tradizionali a quelli più alti, magari abbinati a sgabelli proporzionati oppure inseriti semplicemente per favorire le consumazioni in piedi. Questi ultimi tavolini sono caratterizzati da una gamba centrale particolarmente slanciata, che culmina con un piano d'appoggio rotondo o quadrato estremamente sottile. I materiali sono variabili, vanno dal metallo al legno, dal vetro al vimini. In alcuni casi questi elementi sono anche combinati tra di loro: il vetro, ad esempio, può essere applicato ad un tavolo in legno per preservarne la superficie. Ai tavolini da bar alti è abbinato, in alcuni casi, il poggiapiedi che facilita la seduta sullo sgabello e il mantenimento dell'equilibrio, oltre a rappresentare anche e più semplicemente un elemento confortevole per chi è abituato a poggiare i piedi su qualcosa.

Legno, metallo e plastica per i nuovi tavolini da bar

In alternativa, si può optare per il tavolino da bar classico, con tanto di sedie abbinate, e con un'altezza tale da permettere la consumazione comodamente seduti. Le forme sono quelle tradizionali, così come i materiali utilizzati. Quello che cambia è il modo di impiegare questi elementi. Il legno, infatti, viene abbinato al metallo, che lo sorregge e lo incornicia. Le sedie possono essere semplici sgabellini che riprendono il materiale del top e il piede si riduce ad una piastra metallica con la stessa forma del piano, ma di dimensioni notevolmente inferiori. Anche la plastica trova ampio impiego nell'ambito dei tavolini da bar. Alcune aziende, infatti, propongono materiali plastici per creare forme sinuose e slanciate, caratterizzate da fusti rastremati e profili "ad albero". I colori, in questo caso, essendo ottenuti da lavorazioni industriali, coprono tutto lo spettro visibile e consentono di personalizzare il bar e di renderlo diverso da tutti gli altri. 

Le forme del design trasformano anche i tavolini

I tavolini da bar moderni non seguono sempre le logiche costruttive tipiche del "tavolo" nel senso più tradizionale del termine. Capita spesso di trovare mobili che, ad esempio, presentano una gamba sola a sostegno della struttura, ma questa è decentrata rispetto al piano d'appoggio. Si crea un profilo a "c", capace di creare uno spettacolare effetto scenografico, come se fosse il vassoio portato dal cameriere e non si sappia se riuscirà ad arrivare dai clienti senza farlo cadere. 

Quando lo spazio è prezioso

Alcune soluzioni più innovative si rivolgono anche all'aspetto "salvaspazio". Esistono, infatti, tavolini da bar sagomati in modo tale da accogliere, sotto di essi e attraverso opportuni incastri, anche le sedie o gli sgabelli che si abbinano ad esso. Questa ipotesi è stata elaborata, indifferentemente, per i tavolini alti e per quelli bassi, seppure con design e soluzioni differenti. In alternativa, se si ha necessità di guadagnare spazio, si può scegliere per tavolini ripiegabili, che consentono di ribaltare il piano d'appoggio e di adagiarlo alla struttura portante, facendo diventare il mobile quasi piatto. 
E' frequente imbattersi anche in tavolini da bar, per lo più in vetro, che presentano addirittura una retroilluminazione a led. Questi tipi di prodotti sono ideali per i locali più chic e alla moda, in cui è indispensabile puntare sulla sorpresa che si suscita nel cliente quando questo varca per la prima volta la soglia del bar. L'applicazione del led permette di ottenere effetti cromatici sempre diversi e di attivare anche una sorta di cromoterapia esclusivamente per chi frequenta il locale. 

Il riuso creativo per i tavolini da bar

Alcune varianti dei tavolini da bar più adatti ad ambienti come osterie e birrifici ricavano le superfici dove servire le bevande da un piano circolare in legno semplicemente fissato ad una botte, che fa da supporto, arreda e costituisce un'idea unica e originale allo stesso tempo.
I prodotti pensati per i gestori di locali pubblici, come bar, enoteche, osterie, birrifici, sono veramente tanti e sono in grado, in modo differente, di soddisfare le esigenze e i gusti di ogni tipo di clientela. Il filo conduttore che attraversa ognuno di questi prodotti è sempre l'intenzione di generare qualcosa che sia pratica ma, al tempo stesso, versatile ed esteticamente piacevole.

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza e i nostri servizi. Continuando a navigare acconsenti al loro utilizzo. Maggiori informazioni.
x